Il ruolo della prevenzione e della diagnosi precoce

“Le nuove strategie terapeutiche, la terapia chirurgica, medica e radioterapia unitamente all’immunologia e alla biologia molecolare sono gli strumenti che oggi ci permettono di arginare una neoplasia con maggiore positività dei risultati che possiamo ottenere. Fondamentali però nella lotta e nella cura dei tumori sono la prevenzione e la diagnosi precoce. – Spiega la dottoressa Doris Mascheroni, primario di Medicina e Oncologia dell’Istituto Clinico Villa Aprica di Como - La prevenzione, ovvero l’eliminazione dei fattori di rischio che incidono sui tessuti del corpo umano creando alterazioni cellulari e tumori, oltre ad essere spiegata e consigliata dal medico specialista deve diventare uno stile di vita: ridurre o ancor meglio eliminare fumo, alcol, smog, onde elettromagnetiche e una dieta povera di grassi sono un ottimo punto di partenza. Esistono però fattori di rischio come l’ereditarietà che non sono eliminabili, in questi casi gioca un ruolo fondamentale la diagnosi precoce.

La prevenzione entra in gioco nel momento in cui ci rendiamo consapevoli che siamo responsabili - dove possiamo - del nostro benessere fisico e psichico e quindi correggiamo il nostro stile di vita e le nostre abitudini “prenderci cura di noi stessi”.

Il “prendersi cura di noi stessi” presuppone la consapevolezza delle nostre azioni, sappiamo che non fumare ad esempio riduce il rischio potenziale di un cancro al polmone, mentre fare la lampada tutte le settimane aumenta il rischio di melanoma: scegliere è un nostro diritto ma è anche una nostra responsabilità.

Sempre più spesso i pazienti si affidano a giornali on line, blog o post sui social per trovare risposte alle loro domande; se da un lato la creazione e la condivisione di contenuti su internet permette un’ampia e veloce accessibilità al dato ricercato, dall’altro, come rovescio della medaglia, le fonti non vengano verificate e certificate; la differenza saranno solo gli utenti a farla, se svilupperanno le capacità critiche per identificare ed evitare la diffusione delle notizie false e non scientificamente validate in cui si imbattono ogni giorno”.

X